HOME002Antonio Bucaletto (al secolo Antonio Gruosso 12/02/1980 – vivente) fisarmonicista e organettista italiano. A 6 mesi suonava la diamonica. A 8 mesi suonava l’organetto diatonico. A 1 anno suonava la fisarmonica. A 2 anni ha suonato al suo primo matrimonio. A 3 anni ha vinto il Grammy. Genio e orecchio assoluto della musica italiana passa l’infanzia ad appassionarsi agli strumenti a mantice e alla chechella (tipico strumento delle contrade aviglianesi). Nel suo girovagare con il suo maestro e mentore si ritroverà in Francia a condividere faticose sfilate con il gruppo Vineolae di Pignola dove conoscerà Rocco Spagnoletta e Dario Vista. Grande successo riscuote con il DUO GRUOSSO, una sorta di Jackson Five lucani, dove Antonio si esibiva in mirabolanti polke e foxtrot mentre il fratello Mimmo lo accompagnava annoiato alle tastiere. Una notte lo scovò il cantautore Vinicio Capossela che lo ingaggiò per uno storico concerto a Castelfidardo, patria degli strumenti a mantice. Fu la folgorazione sulla strada di Recanati. Tornato in patria Antonio si unisce al progetto MUSICAMANOVELLA. Inizia ad esibirsi in mirabolanti suonate a testa in giù appeso ai più improbabili appigli: rami, ringhiere, impalcature, tubi innocenti. Presto la sua tecnica sopraffina e il suo eclettismo musicale lo porteranno a condividere il palco con artisti quali Capossela, Mannarino, Van De Sfroos.

CURIOSITÀ È stato nominato RE dei MUSICAMANOVELLA per acclamazione.